Le idee vengono di notte

Le idee vengono di notte

(editrice Il Ponte Vecchio, Cesena, 2016)

Questo racconto, che per certi aspetti richiama la tradizione delle short stories di Edgar Allan Poe e Robert Louis Stevenson, ci immerge in una dimensione che esercita una tenera seduzione, a metà strada fra sogno e realtà, magia e verosimiglianza.
La ricerca di un libro perduto in un immaginario paese del Sud Tirolo (un po’ come la Balbec di Proust o la Valois di Nerval), diventa motivo di una investigazione colta che allarga i propri confini in una geografia misteriosa, alla caccia delle intramontabili questioni dell’uomo: la ricerca dell’identità, il grumo di esperienze sepolte nell’infanzia, una storia d’amore intensa e di elusiva sensibilità medioevale.
Un racconto che sprigiona da una singolare perizia stilistica, saturo di delicate allucinazioni e di sensuale simbolismo, ma adagiato nel ritmo nervoso di un poliziesco. Contrasto che ne delinea la speciale bellezza.
Antonio Castronuovo